Andrea Rizza Goldstein

Andrea Rizza Goldstein, dal 2010 lavora per la Fondazione Alexander Langer Stiftung come coordinatore del progetto Adopt Srebrenica in Bosnia-Erzegovina e con il gruppo bosniaco, negli ultimi anni, si è occupato della creazione del Centro di documentazione Adopt Srebrenica. Da sempre interessato alle dinamiche della narrazione e al suo ruolo nella trasmissione di memoria individuale e collettiva, ha declinato principalmente con il linguaggio fotografico nel genere del reportage il racconto di alcuni percorsi di ricerca.

Principali esposizioni fotografiche: 2007 Ne zaboravimo. Dont forget Srebrenica, Circolo Fotografico Tina Modotti Bolzano/Muflone Rosa; 2010 Huruma, Nairobi, Bolzano Teatro Cristallo; 2012 Dosta! Bosnia-Erzegovina venti anni dopo, Venezia Scoletta de’ Calegheri; 2015 Musa Dagh. Sui luoghi della resistenza armena, Bolzano Teatro Cristallo. Collabora con la rivista «Una Città» di Forlì con reportage e approfondimenti sulla Bosnia-Erzegovina e nel 2014 è stato co-curatore del dossier Osmače e Brežani, pubblicazione di approfondimento della Fondazione Benetton Studi Ricerche sul Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2014, assegnato ai due villaggi della Municipalità di Srebrenica.

2 pensieri su “Andrea Rizza Goldstein

I commenti sono chiusi.