Andrea Rizza Goldstein

Andrea Rizza Goldstein, dal 2010 lavora per la Fondazione Alexander Langer Stiftung come coordinatore del progetto Adopt Srebrenica in Bosnia-Erzegovina e con il gruppo bosniaco, negli ultimi anni, si è occupato della creazione del Centro di documentazione Adopt Srebrenica. Da sempre interessato alle dinamiche della narrazione e al suo ruolo nella trasmissione di memoria individuale e collettiva, ha declinato principalmente con il linguaggio fotografico nel genere del reportage il racconto di alcuni percorsi di ricerca.

Principali esposizioni fotografiche: 2007 Ne zaboravimo. Dont forget Srebrenica, Circolo Fotografico Tina Modotti Bolzano/Muflone Rosa; 2010 Huruma, Nairobi, Bolzano Teatro Cristallo; 2012 Dosta! Bosnia-Erzegovina venti anni dopo, Venezia Scoletta de’ Calegheri; 2015 Musa Dagh. Sui luoghi della resistenza armena, Bolzano Teatro Cristallo. Collabora con la rivista «Una Città» di Forlì con reportage e approfondimenti sulla Bosnia-Erzegovina e nel 2014 è stato co-curatore del dossier Osmače e Brežani, pubblicazione di approfondimento della Fondazione Benetton Studi Ricerche sul Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2014, assegnato ai due villaggi della Municipalità di Srebrenica.

Un pensiero su “Andrea Rizza Goldstein

I commenti sono chiusi.