Anatomia di un grande inquisitore, di Francesco Maria Cannatà

Fëdor Dostoevskij “protagonista” al Festival della Politica di Mestre di Francesco Maria Cannatà Dostoevskij e Cristo. Dostoevskij e il potere. Dostoevskij e il sottosuolo. Dostoevskij e il mondo attuale. Lo scrittore di San Pietroburgo è indubbiamente il personaggio centrale della settima edizione del Festival della Politica in programma a Mestre dal 7 al 10 settembre. Quattro incontri, uno per ogni giornata della manifestazione, per ribadire come … Continue reading Anatomia di un grande inquisitore, di Francesco Maria Cannatà

LUCIANO CECCHINEL, il silenzioso affiorare di un uomo e di un poeta

Un poeta destinato a restare di Pietro Gibellini Mi giova partire dalla riconsiderazione del volume di atti della giornata di studi dedicata dall’Università Ca’ Foscari di Venezia agli esiti di scrittura di Luciano Cecchinel al Centro Culturale Candiani di Mestre (volume uscito nel 2012 col titolo La parola scoscesa. Poesia e paesaggi di Luciano Cecchinel, con l’esemplare cura di Alessandro Scarsella, per i tipi di … Continue reading LUCIANO CECCHINEL, il silenzioso affiorare di un uomo e di un poeta

Muniam Alfaker – Una nuvola in viaggio

Muniam Alfaker – Una nuvola in viaggio Versioni di Stefano Strazzabosco   * Non potete fare Della mia bocca Una cella In cui la lingua Stia chiusa Per tutta la vita *   Mettere su casa Un giorno ho preso Una manciata di sabbia, Qualche ciuffo d’erba, Un po’ d’acqua E chilometri di filo spinato. Così ho messo su casa. La chiamerò “Iraq”? *   … Continue reading Muniam Alfaker – Una nuvola in viaggio

CONTROVENTO – Voci, volti e racconti da un centro di accoglienza – Profugo, uomo e fuggitivo tra solitudine e solidarietà, di Diego Lorenzi

Profugo, uomo e fuggitivo tra solitudine e solidarietà di Diego Lorenzi Se tu non senti la pena degli altri non meriti di essere chiamato uomo (Saari di Shiraz – poeta persiano) Questo è il titolo di un evento che sarà organizzato in novembre a Treviso, per sensibilizzare un’opinione pubblica disorientata difronte al nuovo fenomeno dell’immigrazione, che spesso non sa (o non vuole) affrontare la difficile … Continue reading CONTROVENTO – Voci, volti e racconti da un centro di accoglienza – Profugo, uomo e fuggitivo tra solitudine e solidarietà, di Diego Lorenzi

Blanca Varela – COME DIO NEL NULLA

  Blanca Varela COME DIO NEL NULLA Versioni di Stefano Strazzabosco     Puerto Supe A J. B. C’è la mia infanzia in questa costa, sotto il cielo così alto, cielo come nessun altro, cielo, ombra veloce, nubi di spavento, scuro turbine d’ali, azzurre case all’orizzonte. Vicino alla grande dimora senza finestre, vicino alle vacche cieche, vicino al torbido liquore e all’uccello carnivoro. Oh, mare … Continue reading Blanca Varela – COME DIO NEL NULLA

CONTROVENTO Voci, volti e racconti da un centro d’accoglienza – Io Moussa, a oriente del giardino dell’Eden

Io Moussa, a oriente del giardino dell’Eden di Diego Lorenzi “Prendo in prestito” uno dei migliori romanzi di formazione del ‘900 A Oriente del giardino dell’Eden dello scrittore polacco Israel Joshua Singer, fratello del Nobel Isaac Bashevis, per far affiorare dagli abissi dello memoria il dramma della disperazione, rappresentato in Polonia dalle condizioni estremamente disagiate di molti ebrei poveri dei primi decenni del secolo scorso, … Continue reading CONTROVENTO Voci, volti e racconti da un centro d’accoglienza – Io Moussa, a oriente del giardino dell’Eden

IRMA PINEDA L’aria che passa invisibile

IRMA PINEDA L’aria che passa invisibile Versioni di Stefano Strazzabosco   Qual è la misura precisa in cui può dividersi il cuore di un uomo senza spaccarsi come il guscio di un uovo nel fuoco? Ti ripeti ogni notte con la tua giovane voce di ramo verde che ferisce la corteccia del vecchio salice Chi può ridarti le parole se migliaia di impronte si affacciano … Continue reading IRMA PINEDA L’aria che passa invisibile

CONTROVENTO – Voci, volti e racconti da un centro d’accoglienza

Io Moussa, 22 anni, uoma di Diego Lorenzi Ho avuto l’opportunità (e il privilegio) di assistere ad un corso di lingua italiana presso il centro di accoglienza “Hilal” di Treviso, una di quelle benedette o maledette strutture (a seconda) che accolgono i profughi, in questo caso i richiedenti asilo. È stata un’esperienza formativa, un tuffo rigeneratore dopo un’alienante quotidianità che si alimenta e si riproduce quasi … Continue reading CONTROVENTO – Voci, volti e racconti da un centro d’accoglienza

Mario Meléndez – Il mago della solitudine

Mario Meléndez Il mago della solitudine Versioni e nota di Stefano Strazzabosco   Tiro sassi ai cigni che abitano le mie lagune mentali ma i sassi diventano lagune e le lagune altri cigni che fuggono a piedi per delle terre inospiti   5 Vidi il Papa svegliarsi da un orribile incubo Iddio gli aveva detto che leggeva Rimbaud Era il primo dell’anno Il Papa dormiva … Continue reading Mario Meléndez – Il mago della solitudine

La bellezza e l’intensità della parola di Ghassan Zaqtan, poeta palestinese

La bellezza e l’intensità della parola di Ghassan Zaqtan, poeta palestinese “Né io né tu” Versioni e nota di Stefano Strazzabosco   Né tu né io Il bianco ha lasciato il suo muro e il tappeto persiano è arrivato. I fari delle corriere fanno vibrare il letto e le ombre e c’è un sussurro che viene dal quadro invernale appeso al buio, il sussurro che … Continue reading La bellezza e l’intensità della parola di Ghassan Zaqtan, poeta palestinese