Tobia Ravà – ALGORITMI TRASCENDENTALI Mostra alla Bevilacqua La Masa di Venezia

Tobia Ravà  ALGORITMI TRASCENDENTALI di Maria Luisa Trevisan               Gli algoritmi sono dappertutto – così come diceva Pitagora che tutto è numero – sembrano essere insostituibili ed in grado di risolvere qualsiasi problema. A partire dal 1996 Tobia Ravà ha cominciato ad inserire nelle sue opere cifre alfanumeriche derivate dall’alfabeto ebraico, con una logica che nel corso degli anni … Continue reading Tobia Ravà – ALGORITMI TRASCENDENTALI Mostra alla Bevilacqua La Masa di Venezia

OSVALDO LICINI, l’arte del volo, di Anna Trevisan

L’arte del volo di Anna Trevisan   Tutti gli angeli ribelli guardano a te anima mia a te bella silenziosa che da lontani astri scivolando qui sei bene venuta senza timore di umiliarti nuda come la rosa nella capanna del mio perduto amore per associar la tua sorte al mio destino. Osvaldo Licini, poesia senza data   Errante, erotico, eretico. Con questo triplice brillante epiteto, … Continue reading OSVALDO LICINI, l’arte del volo, di Anna Trevisan

Lisa Perini, emozioni che vengono da ogni luogo – Seconda parte

L’arte di Lisa: «emozioni che vengono da ogni luogo» (seconda parte)   Senza arte, la crudezza della realtà renderebbe il mondo insopportabile, sostiene G. B. Shaw e questa affermazione potrebbe ben illuminare uno degli effetti principali impliciti del lavoro degli artisti, i quali ci aiutano (ed aiutano sé stessi naturalmente) a redimere l’esistenza, offrendoci una cura per le asperità e le stringenti necessità con cui … Continue reading Lisa Perini, emozioni che vengono da ogni luogo – Seconda parte

Lisa Perini, emozioni che vengono da ogni luogo

L’arte di Lisa: «emozioni che vengono da ogni luogo» (prima parte)   Senza arte, la crudezza della realtà renderebbe il mondo insopportabile, sostiene G. B. Shaw e questa affermazione potrebbe ben illuminare uno degli effetti principali impliciti del lavoro degli artisti, i quali ci aiutano (ed aiutano sé stessi naturalmente) a redimere l’esistenza, offrendoci una cura per le asperità e le stringenti necessità con cui … Continue reading Lisa Perini, emozioni che vengono da ogni luogo

Le passioni visive di Marino Marini. Conversazione con Barbara Cinelli, di Anna Trevisan

Le passioni visive di Marino Marini Era l’autunno del 1949 quando Peggy Guggenheim organizzò nel suo giardino di Palazzo Venier dei Leoni una mostra di sculture. Tra quelle di Arp, Brancusi Calder, Moore e Giacometti c’era anche quella di Marino Marini, che aveva comprato a Milano, direttamente dall’artista. Come ricorda la stessa Peggy nella sua autobiografia (Out of this century) “Marini sistemò la scultura nel … Continue reading Le passioni visive di Marino Marini. Conversazione con Barbara Cinelli, di Anna Trevisan

GERDA TARO. La cacciatrice di luce, di Anna Trevisan / La piccola ragazza “interrotta” e il suo sogno di libertà, di Diego Lorenzi

Gerda Taro, la piccola ragazza “interrotta” e il suo sogno di libertà di Diego Lorenzi Quando pensiamo a Gerda Taro il pensiero corre inevitabilmente incontro a Robert Capa, tanto è forte il ricordo che sale dalle contrade polverose del secolo scorso e che li consegna ad una comune eternità. Ma, al di là di qualche appuntamento specifico ed occasionale (un libro, un convegno, una mostra) … Continue reading GERDA TARO. La cacciatrice di luce, di Anna Trevisan / La piccola ragazza “interrotta” e il suo sogno di libertà, di Diego Lorenzi

«Simbolismo mistico». L’insostenibile leggerezza dell’invisibile, di Anna Trevisan

«Simbolismo mistico»  Il Salon de la Rose+Croix a Parigi 1892–1897 in mostra alla Collezione Guggenheim di Venezia L’insostenibile leggerezza dell’invisibile di Anna Trevisan «Don Chisciotte, vecchio paladino, gran vagabondo, / Invano la folla assurda e vile ride di te […] / Hurrah! noi ti seguiamo, noi, i poeti santi, / dai capelli cinti di follia e di verbena. / Guidaci all’assalto delle grandi fantasie, // … Continue reading «Simbolismo mistico». L’insostenibile leggerezza dell’invisibile, di Anna Trevisan

“Il fascino discreto dell’umanità”. Intervista a Chiara Casarin, di Anna Trevisan

«Il fascino discreto dell’umanità». Intervista a Chiara Casarin, direttrice dei Musei Civici di Bassano del Grappa di Anna Trevisan In un periodo storico come quello odierno, così litigioso e conflittuale, Chiara Casarin ha scelto di prendere la parola «accoglienza» molto sul serio, facendone una cifra distintiva del suo operato e della sua gestione. All’indomani del suo insediamento, infatti, la neo-direttrice dei Musei Civici di Bassano … Continue reading ”Il fascino discreto dell’umanità”. Intervista a Chiara Casarin, di Anna Trevisan

“PICASSO. Sulla spiaggia” alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, di Saverio Simi de Burgis

«PICASSO. Sulla spiaggia», di Saverio Simi de Burgis Come era avvenuto nel 1907 durante la fase di gestazione de Les demoiselles d’Avignon, quadro «manifesto» del cubismo, in cui maturava la storica avanguardia dopo una variegata fase di studi che ne affinavano le intenzioni, così Picasso, pur in una certa continuità con i suoi vari trascorsi, rivela nel 1937 di voler porre nuovamente mano a un … Continue reading ”PICASSO. Sulla spiaggia” alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, di Saverio Simi de Burgis

Così lontani, così vicini: “Robert Capa Retrospective” e “Teatro Metropoli”, di Anna Trevisan

Robert Capa | Fotografare la Storia, fotografare le storie Al Museo Civico di Bassano del Grappa è stata da poco inaugurata in esclusiva italiana la mostra Robert Capa Retrospective. Novantasette fotografie in bianco e nero, modulate in undici sezioni, che immortalano le tappe più significative della storia del «Secolo Breve» secondo Robert Capa: uno dei grandi ed indiscussi maestri della fotografia nonché decano del fotoreportage … Continue reading Così lontani, così vicini: “Robert Capa Retrospective” e “Teatro Metropoli”, di Anna Trevisan