7 thoughts on “(Italiano) Srebrenica, viaggio al termine della notte, di Diego Lorenzi

  1. Intenso reportage. Sarebbe possibile partecipare ad altri incontri; o organizzarli? Sarei molto interessato.
    Ho rilevato un piccolo errore che ti segnalo: Anselm Kiefer non Kieger. Complimenti e grazie.

    Miro Graziotin

  2. Un reportage carico di emozioni, suggestioni, forti spinte all indignazione e ad un conseguente e fondamentale impegno etico e civile. Un viaggio unico nella memoria ma anche nella nostra coscienza tratteggiato con punte anche poetiche di notevole intensità. Le lacrime, a un certo punto, sgorgano inevitabilmente, ma segue la volontà di esserci. Grazie davvero
    Paola schiavon

  3. Grazie Miro, Kiefer certamente… ora correggo.

    Sì, è possibile, l’anno prossimo – presumo ancora dopo ferragosto (quest’anno era dal 24 al 30) – ci sarà la Settimana internazionale della memoria. Il programma dovrebbe uscire in luglio.
    Ti farò sapere perché a giugno manderò un comunicato
    Un caro saluto
    Diego

  4. Bravo Diego, splendida testimonianza. A Srebrenica ci sono stato lo scorso anno, dopo aver visto Sarajevo, prima ancora avevo visitato Mostar… un pezzetto di cuore mi è rimasto in quelle terre sofferenti. Sarebbe bello che il “Don’t forget”, scritto su un muretto a Mostar subito dopo la guerra e ancora ben visibile lungo la Neretva, fosse ascoltato e messo in pratica da tutti noi. Grazie ancora per il tuo scritto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *